Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner acconsenti all'uso dei cookie.

Bambini protagonisti in palcoscenico

Bambini protagonisti in palcoscenico con “6+ in lirica”, gli spettacoli su Federico II al Teatro Moriconi per il Social Opera Festival, il Festival di territori & teatralità della Fondazione Pergolesi Spontini. Ingresso agli spettacoli gratuito.

Prosegue a Jesi il Social Opera Festival, il Festival di territori & teatralità la cui terza edizione si terrà fino al 22 maggio al Teatro Moriconi.
Da tre anni, il Festival mette in vetrina le tante anime del progetto “Social Opera” della Fondazione Pergolesi Spontini, curato da Silvano Sbarbati, al cui interno sono numerose attività di sensibilizzazione verso il melodramma indirizzate al mondo della scuola, dell’associazionismo, della disabilità, del disagio sociale. Obiettivo del progetto SocialOpera e del suo Festival è cercare di dare una risposta ai bisogni di integrazione sociale, di riabilitazione relazionale e di educazione della comunità.
In 10 giorni di “Social Opera Festival” si potrà assistere a tanti spettacoli ad ingresso gratuito, che vedono la partecipazione attiva di centinaia di bambini, ragazzi e adulti affiancati dai loro educatori, operatori e insegnanti. Si tratta degli esiti finali dei laboratori di teatralità promossi e condotti dalla Fondazione Pergolesi Spontini quali OperaH, Sensibilirica, 6+in Lirica e Social Opera Danza. Come ogni anno, un unico filo conduttore lega le attività laboratoriali e le performance finali: la nuova edizione propone un viaggio intorno alla figura dell’Imperatore Federico II Hohenstaufen, cui verrà a breve dedicato un nuovo Museo multimediale nella città di Jesi.
 
Tra i protagonisti di questa settimana, i bambini della Scuola Primaria Cappannini e della Scuola dell’Infanzia “Monte Tabor” di Jesi, coinvolti in laboratori di teatralità che hanno avuto luogo a scuola, per un progetto oramai consolidato all’interno di Social Opera, chiamato “6+ in Lirica”. Gli esiti finali di questo progetto sono in scena questa settimana al Teatro Moriconi. In scena le classi IVA- IVB con “Le virtù e l’arte di un grande imperatore”), la classe classe IIIB con “Federico a spasso tra i sogni”, la classe IIIA con “Alla scoperta dello Stupor Mundi”, le classi classi VA- VB con “Devi essere capace di sognare……!”. I bambini della scuola dell’infanzia “Monte Tabor” mettono in scena “Le stagioni di Federico”.
Per il progetto “Social Opera Danza” in scena è l’A.S.D. Scuola di Danza Cinzia Scuppa di Jesi con gli spettacoli “Tu, Federico, brillerai come una stella”, “O Muse, o alto Ingegno, or m’aiutate”.
Altro progetto è “Opera H” con gli utenti dei servizi socio sanitari della Vallesina; l’appuntamento è il 16 maggio alle ore 21 con “Nel deposito con un re, una regina e con Federico II”.
 
La terza edizione del Social Opera Festival è promossa ed organizzata dalla Fondazione Pergolesi Spontini con il patrocinio del Comune di Jesi e dell’A.S.P Ambito 9 Comune di Jesi. Collaborano e contribuiscono al Festival: Asur - Area Vasta 2 Zona Territoriale 5, Direzione del Dipartimento di Salute Mentale, Servizio Territoriale Dipendenze Patologiche, U.O. Promozione Salute Mentale dell’Ospedale “Murri”, Umea Unità Multidisciplinare Età Adulta, Cooss Marche, Centro Diurno “Spaziotempo Arya”, Oikos Onlus, Fondazione Exodus, Comune di Ancona, Comune di Montecarotto, Fondazione Cariverona, Fondazione Federico II Hohenstaufen, Jesiservizi, A.S.D. Scuola di Danza di Cinzia Scuppa, Cooperativa Culturale Jesina, Nuovo Spazio Studio Danza di Mariella Strappa, Università degli Adulti della Media Vallesina, Istituto Comprensivo Arcevia-Montecarotto-Serra De’ Conti, Istituto Comprensivo “Carlo Urbani” di Jesi, Istituto Comprensivo “San Francesco” di Jesi, Liceo Artistico “E. Mannucci” Sezione di Jesi, Liceo Scientifico “Leonardo Da Vinci” di Jesi.

Vota questo articolo
(0 Voti)

Cronaca

La Cronaca più importante della Vallesina grazie alla collaborazione con Jesi e la sua Valle e Vivacittà per essere sempre informato.

Esperienza, Qualità e Tecnologia

La SIOM srl nasce nel 1975 e nel corso degli anni si è specializzata nella produzione di parti di ricambio elettriche, quali indotti, rotori, statori, campi e nella distribuzione e commercializzazione di componenti elettromeccanici.
Gli articoli prodotti e distribuiti dalla SIOM sono il risultato di tre aspetti fondamentali che da sempre caratterizzano l'attività aziendale ed il suo sviluppo: esperienza, qualità e tecnologia.
 

Esutur Bus Tour Operator

Iscriviti alla Newsletter

Iscriviti alla newsletter per essere sempre informato sulle notizie della Vallesina.