Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner acconsenti all'uso dei cookie.

JESI / VALLESINA MARATHON, IL CAMPIONE CAIMMI: “OFFERTO IL MIO AIUTO MA NESSUNO HA RISPOSTO”

CaimmiJESI, 7 novembre 2017 – Amarezza e delusione nel mondo dei runners per la cancellazione della Vallesina Marathon. L’avevamo anticipato una ventina di giorni fa, dalle voci raccolte nell’ambiente, che l’ottava edizione non si sarebbe presentata ai nastri di partenza.

Da qui le considerazioni di maratoneti che già da mesi mettevano in agenda l’appuntamento per il quale, gli amanti della disciplina si spostavano da tutta Italia. Ne abbiamo sentito uno, Daniele Caimmi, finanziere e plurimedagliato che da anni seguiva e segnalava la competizione.«È davvero un dispiacere che salti la maratona» esordisce il famoso maratoneta «era un appuntamento importante per noi maratoneti professionisti ma anche per gli amanti del genere, era una giornata particolare» continua «non voglio neanche entrare in merito alle decisioni prese o alle problematiche emerse per l’ organizzazione della competizione, posso solo dire che qualche tempo fa, avendo letto che la Vallesina Marathon era in forse, ho parlato con l’assessore Ugo Coltorti per offrire il mio aiuto e la mia esperienza ma non ho ottenuto risposte».

maratona9 jesiE incalza: «Penso che questa maratona sia partita in quinta anni fa, senza aver il tempo di crescere e farsi le ossa, tante le difficoltà organizzative e per me, che ogni domenica  sono in giro per competizioni, non ha avuto il tempo di metabolizzare il lavoro svolto».

Conclude Caimmi: «Ci vuole quasi un anno per organizzare un evento così importante e tante persone che ci lavorino, si sarebbe potuta ridimensionare la  portata, con percorsi più brevi ed altre modifiche ma forse è mancata un po’ la volontà che gli anni scorsi ha caratterizzato la competizione; forse si è voluto fare il passo più lungo della gamba» e aggiungiamo noi,  detto da un maratoneta vale più di un giudizio tecnico.

(Cristina Amici degli Elci)

Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

FABRIANO / GINNASTICA RITMICA, VOLATA PER L'”A1″ E FINALE NAZIONALE DI SERIE “C” A DICEMBRE

FABRIANO, 7 novembre 2017 – Conto alla rovescia verso la penultima tappa del Campionato Nazionale di Serie A1  di ginnastica ritmica. Direzione Prato l’11 e 12 novembre. Altre due settimane di lavoro intenso e poi l’ultima sfida: Padova (25 e 26 novembre) il gran finale dove verrà premiata la Squadra Campione d’Italia 2017.

Tappa in terra toscana dopo l’esaltante trionfo che ha visto la Fondazione Carifac Ginnastica vincere e passare in testa alla classifica generale, unica squadra “made in Italy” senza una stella straniera. Obbiettivo toscano difendere il primato dagli assalti di Chieti (seconda) ed Udine (terza), uniche realtà ancora concretamente in corsa per il tricolore.

Ma per una serie A1 che lotta verso un grande risultato ottime notizie dal Campionato di 

serie c1 c2 c3

Serie C partecipato dalleginnaste più giovani della società fabrianese, che hanno partecipato alla fase interregionale a Fucecchio in Toscana. Fase propedeutica per la qualificazione alla finale nazionale che sarà ospitata a Fabriano tra l’1 e 3 dicembre. Previsto l’arrivo di 140 società da tutta Italia, pari a non meno di 500 ginnaste.

“Nelle  tre divisioni della serie – spiegano dalla società Fondazione Carifac Ginnastica –  nella C1 vittoria per  Alessia Starace, Melany Muscella e Serena Ottaviani, primo posto nella C2 con Nicole Baldoni, Asia Campanelli, Valentina Scotto e Anastasia Crocione e secondo posto in C3 con Gaia Mancini, Elisa Paciotti, Eleonora Guidarelli e Virginia Tittarelli, per cui giocheranno in casa la finale con ottime possibilità arrivare molto in alto. L’Accademia Nazionale di Ritmica diretta da Kristina Ghiurova e Julieta Cantaluppi con la coreografa Byliana Dyakova, stanno facendo un ottimo lavoro ed i risultati ne sono la conferma”.

(s.s.)

© RIPRODUZIONE RISERVATA

RUGBY SERIE C / SUCCESSO NETTO DELLA FORMAZIONE JESINA SUL FANO

RUGBY JESI 1970 – FANO RUGBY 32-3 
 
JESI, 6 novembre  2017 – Prima di ritorno del campionato di serie C e Jesi batte nettamente Fano.
Il commento di Lorenzo Cappuccini, rientrato in squadra dopo una prolungata assenza per infortunio: “Sono molto felice perché tornare a giocare mi mancava davvero tanto, anche se non sono ancora al 100% della forma.. avrei dovuto aspettare ancora qualche settimana ma ho accelerato. Ora ci sarà un mese senza partite e continuerò con il recupero. La partita è andata bene, siamo stati abili nel giocare palla alla mano nonostante fosse scivolosissima per la pioggia. Dobbiamo lavorare molto per evitare i troppi falli che poi ci penalizzano in partita..e queste settimane saranno utilissime”. 
 
Prossimo impegno  a San Benedetto, il 3 dicembre.
 
Intanto giovedì 9 novembre saranno presentati presso la club house del rugby Jesi in via Mazzangrugno in una apposita organizzata conferenza stampa Ernesto Ballarini e Marco De Rossi figure tecniche di rilievo internazionali quest’anno a Jesi.
RUGBYJESI 1970: Feliciani,Ramazzotti, Piccinini, Cappuccini, Marinelli, Pulita, Scalini, Filippini, Loccioni, Sandroni, Compagnucci, Albani, Paparelli, Piergirolami, Bruciaferri E. Pompozzi, Silvi, Bimbo, Fagioli, Frick, Mercuri

MOIE / IL PRIMO PUNTO IN CAMPIONATO CONQUISTATO A MARZOCCA

Olimpia Marzocca - Moie Vallesina  1 -1

MOIE, 6 novembre 2017 - Passi in avanti per il Moie Vallesina che strappa un punto prezioso contro l'Olimpia Marzocca sul terreno del 'Bianchelli' di Senigallia.

andrea magini 200x300Frena il Marzocca che fallisce la chance di isolarsi per un giorno in testa alla classifica del girone A di Promozione. Rivede, invece, la luce il Moie Vallesina che arpiona il primo punto dopo sei sconfitte.

Il Moie Vallesina parte subito forte nel primo tempo con un inedito 3-4-1-2 con le due new entry Stamate e Bingunia subito in campo (complice anche la squalifica di Spinelli). Già dai primi minuti la squadra rosso-blù parte con un buon possesso senza far vedere la differenza di classifica: al 10' su punizione laterale di Magini arriva Federici sul primo palo che manda la palla di poco fuori dalla porta protetta da Marin. Ma al 14' arriva il gol del vantaggio locale: Costantini pesca l'ottimo inserimento di Moschini che da posizione defilata batte Cerioni. Il Moie accusa il colpo e non riesce a tenere il piglio tenuto nei primi minuti di gara. Da segnalare al 35' una punzione di Magini che dopo vedersi respinta la palla dalla barriera tira al volo, e il portiere preso in contrattempo effettua una bella parata. Negli ultimi minuti della prima frazione di gara provano ad ipotecare la partita Nacciarriti prima e Terrè dopo ma in entrambi i casi trovano davanti un Cerioni in forma.

Nel secondo tempo il Marzocca ha ancora una volta l'occasione per chiudere la partita ma stavolta è la traversa a dire di no al colpo di testa di Moschini su bell'assist di Costantini. Al 15' del secondo tempo arriva il pari del Moie Vallesina: Magini riceve palla da Gabrielloni in posizione defilata si accentra e tira da fuori area, siglando un gran gol. La squadra ospite subito dopo il gol del pareggio ha subito un'altra grossa occasione questa volta sciupata da Capecci che tira a pochi passi dalla porta avversaria tra le mani di Marin. Risposta del Marzocca che non si fa attendere: palla recuperata da Nacciarriti a centrocampo coglie Mandolini in profondità (in evidente posizione di off-side, non segnalata dal guardalinee), l'attaccante da poco subentrato si fa ipnotizzare da Cerioni, sulla respinta del portiere rosso-blù arriva Nacciarriti che a botta sicura spedisce la palla sul palo. Quando mancano cinque minuti al termine della partita il Moie Vallesina recrimina per un rigore non dato per una trattenuta più che evidente su Gabrielloni non segnalata dall'arbitro.  Pareggio utile ai moiaroli per prendere morale e fiducia nei propri mezzi e con la speranza di poter iniziare il campionato con sei giornate di ritardo!

Olimpia Marzocca: Marin, Asoli, Canapini, Tomba, Montanari, Nacciarriti, Costantini (36'st Pigini), Gresta (28'st Mandolini), Moschini, Pianelli, Terrè. All. Giuliani.

Moie Vallesina: Cerioni, Bingunia, Simonetti, Federici (21'st Mimmotti), Stamate, Morazzini, Carloni (9'st Pierleoni), Mosca, Capecci (33'st Giuliani), Magini (44'st Tittarelli), Gabrielloni. All. Busilacchi.

RETI: 14' Moschini, 60' Magini.

AURORA BASKET / LA SETTIMANA CHE PORTA AL DERBY

JESI, 6 novembre 2017 - Il momento è di quelli che non vorresti finissero mai.

La vittoria contro Bergamo ha detto che la Termoforgia è una squadra che può continuare davvero a competere contro chiunque in campionato.

Il secondo posto in classifica piace e bisogna goderselo. E' necessario e doveroso tuttavia guardare avanti perché nello sport conta puntare la mira sempre sul prossimo impegno.

Per il quintetto di Cagnazzo il prossimo impegno sarà il derby e l'avversario si chiama Montegranaro - domenica pomeriggio ore 18 Palatriccoli -  che sta viaggiando proprio come capitan Rinaldi e compagni ovvero sono secondi in classifica generale e stanno marciando a gonfie vele con due americani Powell e Corbett in gran spolvero.

Il derby è sempre derby ed anche l'ambiente va preparato perché l'evento sia di quelli da ricordare come una giornata super di sport.

In casa Aurora basket l'organizzazione si è messa in moto e già oggi pomeriggio è iniziata la prevendita. Per chi lo vorrà sarà valida anche per la successiva gara casalinga contro Mantova del 26 novembre quando è prevista la diretta televisiva alle ore 12 sul canale Sportitalia.  Il costo di questo mini abbonamento per due gare è di 50 euro per la tribuna centrale e parterre; 28 euro per la tribuna laterale; 20 euro per la curva.

C'è anche un'altra iniziativa legata al derby che cerca di coinvolgere tutta la famiglia marchigiana della pallacanestro.

Il club dell'amministratore unico Lardinelli infatt,i si legge in un comunicato, "è felice di invitare tutte le società cestistiche di settore giovanile della provincia di Ancona a partecipare al “Derby delle Marche” di domenica prossima, 12 novembre che vedrà affrontarsi Termoforgia Jesi ed XL Extralight Montegranaro. Con l’intento di trasformare il derby in una vera e propria Festa del basket, le società partecipanti avranno l’occasione di sfilare durante l’intervallo lungo della gara sul parquet del palazzetto jesino, ed assistere ad una partita di cartello della Serie A2 tra due quintetti in forma e lanciatissimi".

Per l'occasione i prezzi riservati alle società sono: bambini fino a 12 anni ingresso gratuito (parterre nord); da 13 a 18 anni €1,00 (parterre nord); 2 accompagnatori per squadra ingresso gratuito (parterre nord).

Per i genitori dei bambini, biglietti ai seguenti prezzi: curva € 6,00; tribuna Laterale € 10,00; parterre: € 15,00.

evasio santoni

JESINA CALCIO / SERVONO SOLO INNESTI E SOPRATTUTTO DI QUALITA'

JESI, 6 novembre 2017 - Urgono rinforzi e soprattutto di qualità. Il resto serve solo a tappare i buchi ma non risolverebbe alcun problema.

Forse qualcuno non si è reso conto qual è il valore dell'attuale formazione, la Jesina, che domenica dopo domenica, turno di campionato dopo turno di campionato, mister Franco Gianangeli manda sul terreno di gioco. Panchina compresa, dunque l'intera rosa a sua disposizione.

marco vita 205x300I punti in classifica sono importanti ed in questo momento la zona play out resta alle spalle.

Come sono stati, e sicuramente lo saranno alla fine, quelli conquistati a Matelica, ben tre, frutto del successo per 2-1 con reti di Pierandrei e Sassaroli, dove non tante altre squadre riusciranno ad emulare i leoncelli.

Ci dicono, e ne siamo certi, convinti e consapevoli, che la squadra sta mettendo tutto, e ci mancherebbe che così non fosse, dando il massimo.

Proprio questo è motivo di preoccupazione perché, se questo è il massimo, non si può star certo sereni considerato che gara dopo gara le lacune tecniche e la poca consistenza della squadra emergono sempre di più. Una squadra giovane che deve migliorare ma questi segnali di miglioramento non ci sono.

In questo momento le assenze di Carotti e Trudo pesano ma il loro recupero i problemi saranno alleggeriti non risolti.

Domenica pomeriggio, al termine dell0 0-0 interno nel derby contro Fabriano, sia mister Gianangeli che il presidente Marco Polita hanno parlato di mercato e di rinforzi.

Il nome che subito è balzato nel vociare comune dei tifosi è quello del centrocampista Marco Vita, classe 1994, già lo scorso campionato con la maglia della Jesina con 21 presenze e nessun gol. Ben ritorni Vita!

Non sarà Vita, tuttavia, almeno per quello visto, il giocatore che possa risolvere i problemi di gioco e di realizzazioni dei leoncelli.

Alla Jesina urgono giocatori di qualità al di sopra della media nei ruoli di centrocampo e attacco. Anche e soprattutto perché, purtroppo, Margarita non riesce a dare un'impronta incisiva e la squadra tutta non riesce a costruire gioco per portare qualcuno al tiro. Nelle ultime tre gare casalinghe, bisogna dirlo, di tiri in porta veri neanche l'ombra.

E se non si tira in porta non si fa gol. Se non si fa gol bene che vada più di un punto non si riesce a fare e la classifcia...piange.

Dunque, prima che sia troppo tardi, e prima di investire per poi pentirsene, è necessario individuare giocatori di qualità: assoluta!

Altrimenti sarà molto dura, non lottare per salvarsi, ma salvarsi.

evsaio santoni  

PALLAMANO A2 / CHIARAVALLE SCONFITTA A MASSA MARITTIMA

Massa Marittima - Pallamano Chiaravalle 36-28 (p.t. 17-11)

CHIARAVALLE, 6 novembre 2017 - Chiaravalle volenteroso ma vince Massa.

Nel match con il Massa Marittima, senza i terzini Barigelli e Rumori infortunato all'ultimo minuto, Chiaravalle ha dimostrato di potersala giocare alla pari con i più quotati sulla carta toscani. 

Partita che ha visto iniziare la Pallamano Chiaravalle, in maniera attenta e determinata, 5 pari al 10 di gioco , poi man mano sulla partita sono intervenuti i fischi dei Signori Kurti e Maurizzi, autori di decisioni in danno della formazione Chiaravallese .
 
Una partita comunque giocata bene dai ragazzi di mister Fradi che peccano ancora di grintà ed in partite simili ne occorre veramente tanta. Chiaravalle non riesce quindi nell'impresa ed incontro che si chiude sul 36- 28  per il Massa Marittima primo tempo 17-11. Ottimi gli interventi dei portieri biancoblu Ballabio e Molinelli .
 
Maltoni Gianluca (Vicepresidente Pallamano Chiaravalle): “Niente da dire, Massa più forte anche se quando i ragazzi erano in partita li abbiamo messi in difficoltà. Dobbiamo ripartire da qui, dalla grinta e dalla determinazione messa in campo dai ragazzi, da queste sconfitte dobbiamo maturare la nostra esperienza”.
Pallamano Chiaravalle: Ballabio, Molinelli, Tanfani 6, Evangelisti 3, Ceresoli S. 4 , Ceresoli M.3, Brutti 2, Vichi 1, Giombini 6, Selimi 1, Maltoni, Rumori, Braconi 2 . All. Fradi 
Massa Marittima: Bargelli, Beneventi 5, Ceccherini 6, Maiella 3, Ovi 5, Raia, Ruberto 1, Bernardini, Gai 9, Zorzi 5, Zucca 2, Rahmani, Veliu V., Veliu B. All.Bargelli .
Arbitri: Kurti, Maurizzi.
Classifica: Rapid Nonantola, Faenza 10; Parma 8; Secchia Rubiera, Ambra, Massa Marittima 6; Poggibonsi, Carrara 4; Chiaravalle 3,; Monteprandone, Camerano, Bastia 0.

FABRIANO RUGBY / I DRAGONI SCONFIGGONO I FABBRI

FABRIANO,  6 novembre 2017 - Sotto il diluvio arriva una nuova sconfitta per il Fabriano Rugby. A passare gli ospiti del Terni Rugby 53 a 7. Un duello intenso, con i due quindici a combattere nel fango cercando di afferrare un ovale reso più che viscido dalla pioggia. Una partenza che ha visto le due formazioni combattere ad armi pari per oltre 15 minuti, con un gioco piuttosto falloso (pioggia e fango, ricordiamo) ma sostanzialmente spettacolare. Improvviso arriva il break dei dragoni: 3 mete in poco meno di un quarto d’ora e solco profondo 19 punti.

Reazione d’orgoglio per il Fabriano a marcare i primi punti di giornata con il centro Coscia (alla sua prima meta stagionale) seguita dai due della trasformazione di Pirliteanu. 19 a 7 per gli ospiti. Ma gli ultimi 10 minuti hanno evidenziato la maggiore concretezza dei dragoni ternani, che hanno aggiunto altri 12 punti ad un bottino al termine dei primi 40 minuti recitava 31 a 7 per gli ospiti.

Secondo tempo scattato come il primo, impegnati a superarsi e a difendere in un mare di fango. Anche in questa seconda frazione di gioco equilibrio per circa 20 minuti, con il risultato fisso a quello maturato nel primo tempo. Ma ecco che proprio allo scoccare del ventesimo una nuova meta ospite, che dopo lunghe insistenze spaccava la linea di difesa del Fabriano. Da lì altre mete e trasformazioni che hanno portato al risultato finale di 53 a 7 per la capolista ternana.

Ora un mese di riposo, per ricaricare le batterie e per rilanciare la caccia ai primi punti di un campionato che fino ad ora non sta ripagando i ragazzi fabrianesi.  Prossima partita il 3 dicembre a Foligno.

Così in campo

Fabriano Rugby: Michelangeli, Coniguardi, Coscia, Lombardi, Ramadoro, Pirliteanu, Ragni, Capalti, Cernicchi, Mobbili, Tartarelli, Nigro, Ronchetti, Battistoni, Tola.

A disposizione: Morichelli, Santini, Testa, Maccari, Papi, Ciabocco.

Allenatore: Morichelli.

Terni Rugby: Palmieri, Lidi, Giorgi, Carapis, Pietrelli, Giorgini, Tulli, Novelli, Giovenali, Simeoni, Benedetti, Baiocco, Piergentili, Natalini, Arca.

A disposizione: Isidori, Paragnani, Bocci, Petrucci, Lausi, Vergani.

Allenatore: Pariboni.

(Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.)

© RIPRODUZIONE RISERVATA

EFFETTUA IL LOGIN

Sport

Lo Sport più importante della Vallesina, con i servizi dedicati all'Aurora Basket, la Jesina Calcio e la scherma con Elisa Di Francisca, ma anche gli sport minori per raccontare passione e divertimento.

Iscriviti alla Newsletter

Iscriviti alla newsletter per essere sempre informato sulle notizie della Vallesina.

Emmegi TORNERIA nasce nel 1977 nell’entroterra marchigiano, è specializzata nella produzione di minuterie metalliche tornite in ottone per la realizzazione di particolari su specifiche del cliente.

Ha costruito con impegno e competenza una solida affidabilità nella gestione del sistema raggiungendo negli anni la UNI EN ISO 9001:2008.

Clicca per maggiori Informazioni

Esutur Bus Tour Operator